Cattedrale di Alexander Nevskij

Cosa visitare in Bulgaria in tre giorni: non solo Sofia.

L’itinerario della Bulgaria che vi presentiamo è frutto della nostra esperienza personale. Se avete solo tre giorni per un viaggio in Bulgaria, questo itinerario potrebbe fare al caso vostro.

Viaggio in Bulgaria: meta non pet-friendly?

Devo fare, però, una premessa importante: questo itinerario non è molto petfriendly.
Visitando la città, abbiamo notato che molti dei luoghi non danno il permesso di entrare con i cani, sia i ristoranti che i monumenti.
Dirigendovi verso il Mar Nero, ci sono escursioni che potete fare con il cane, ma dovete fare attenzione alle zone di parco.

Viaggio in Bulgaria: quali tappe abbiamo scelto

Le nostre tappe principali sono state la capitale Sofia, il Monastero di Rila e la chiesa e il quartiere di Buyana.

Prima tappa: Sofia, la capitale

Sabato siamo atterrati a Sofia, tramite la metro che potrete comodamente prendere dal terminal 2, raggiungerete il centro della città in massimo 45 minuti (compresi gli spostamenti e le attese).
Dopo avere lasciato i nostri bagagli all’hotel Sense, abbiamo iniziato il nostro giro.
Siamo partiti dalla Cattedrale ortodossa Alexander Nevskij, una delle più grandi della penisola balcanica.
All’interno troverete numerosi affreschi, la cattedrale è ben tenuta, anche se piuttosto buia. Talvolta, soprattutto in assenza di sole all’esterno, potrebbe essere difficile vedere bene il suo interno.
Non si paga un biglietto di ingresso, ma l’unico modo che i bulgari hanno per mantenere questa chiesa, è tramite l’acquisto di materiale in vendita all’ingresso. Noi abbiamo acquistato delle candele.
Una curiosità che noi non conoscevamo e ci è stata spiegata dalla guida è che ci sono due altezze diverse per le candele, quelle a terra sono dedicate ai morti, quelle in alto alle persone vive.

Dopo la cattedrale, abbiamo proseguito il nostro giro con la chiesa di Santa Sofia, proprio lì accanto. Vi lascio qui sotto la foto della mappa con segnato l’esatto percorso che abbiamo fatto. E’ molto lineare.

Tornati sulla via principale, siamo passati alla Chiesa Russa di San Nicola procedendo poi verso Moschea Banya Bashi e Sinagoga. La Sinagoga il sabato è chiusa, perché giorno di festa per il popolo ebraico.
La Moschea invece è davvero bellissima, risale al 1500 ed è stata costruita da un architetto ottomano. L’interno è semplice ed elegante, ma a catturare la vostra attenzione sarà il soffitto.
Mi raccomando, prima di entrare nella moschea togliete le scarpe e le donne mettano il velo.

Tra la moschea e la sinagoga trovate il mercato coperto che vende cibo, bevande e souvenir.

Abbiamo terminato il nostro giro con una passeggiata lungo la via principale dei ristoranti, dove potrete trovare anche dei graziosi souvenir artigianali e tipici.

Se non volete fare il giro da soli, ci sono dei city tour a piedi e gratuiti grazie ai quali riceverete tutte le informazioni.
Noi li abbiamo trovati in inglese e in spagnolo, chiedete comunque al vostro hotel per maggiori informazioni.

Le escursioni

Numerose sono le escursioni che potete fare partendo dalla città di Sofia.

Quali escursioni abbiamo scelto?

Tramite il nostro hotel abbiamo prenotato per domenica un tour per il Monastero di Rila, patrimonio dell’UNESCO e la Chiesa di Buyana.
Il Monastero è una tappa consigliatissima, splendido davvero.
Il tour è durato dalle 8.50 alle 17 del pomeriggio, eravamo solo 8 persone e una guida ci ha accompagnato per tutto il tempo spiegandoci alla perfezione la storia e gli affreschi. Tutto in inglese.

Monastero di Rila

Un paio di km sopra al monastero, ci sono due chiesette affrescate che meritano una visita.
Ciò che ci è piaciuto oltre al monastero in sé, che si trova a 120 km da Sofia, è la bellezza del posto. Il monastero si trova all’interno di un parco pieno di animali tra cui anche gli orsi. Ci sono alcune passeggiate meritevoli che si possono fare lì attorno, ma dovrete allungare la vostra visita.

Numerose possibilità anche per chi vuole fare trekking e ricordatevi che avete la possibilità di allungare fino al mar Nero.

Qui trovate un riassunto per punti delle cosec he abbiamo fatto, con I rispettivi orari e prezzi.

Informazioni utili

  • Parlano inglese
  • La moneta non è l’ € ma il Lev bulgaro
  • Hotel Sense è pulito, confortevole e centrale
  • La metro dall’aeroporto al centro è comodissima e costa 1,60 lev che equivalgono a circa 80 centesimi
  • I monumenti sono tutti gratuiti, ma dove possibile consiglio di lasciare un’offerta
  • Le mance nei ristoranti non vengono incluse nello scontrino, ma sono a parte
  • Escursione al Monastero da prenotare, abbiamo pagato 35 euro a testa equivalgono a 70 lev (moneta locale) e prenotato tramite il nostro hotel. Non era incluso il biglietto alla chiesa di Buyana, il costo è di 10 lev, 4 per gli studenti e il pranzo che potete decidere di portarvi oppure di fare in loco.
  • Ci sono dei tour della città guidati e gratuiti
  • Si mangia prevalentemente speziato, noi abbiamo scelto come ristoranti tipici
    MoMa
    Chef’s
    – Happy
  • Quasi tutti i monumenti hanno come orario 9-17
  • La Sinagoga è chiusa il sabato
  • Per gli italiani è sufficiente la carta d’identità
  • E’ una città economica
Nessun commento

Scrivi un commento